Asd Barium

Cerca nel sito
Ultimo aggiornamento: 12 nov 2018

2011

Rubriche > L'opinione Old


Dicembre 2011

Era ora !
Finalmente anche la Puglia viene presa in considerazione quale sede di un Campionato Italiano.
Appena uscito il Calendario Agonistico 2012, constatiamo con piacere che le richieste di noi pugliesi non sono state vane, infatti il 17 giugno 2012 si svolgerà in Puglia la Finale Italiana della Coppa d'Argento.
Ormai da tempo chiedevamo con forza la fissazione in Puglia di un evento nazionale coinvolgente e questa sarà l'occasione per dimostrare che lo abbiamo meritato, dopo anni di promesse.
E' anche vero che fino a qualche anno fa non avevamo centri in grado di ospitare un evento del genere, ma con l'apertura dei nuovi impianti crediamo di essere anche noi all'altezza di entrare nel circuito nazionale e, per questo, chi dobbiamo ringraziare se non il nostro impegno a tutto campo.
Noi pugliesi crediamo di aver dimostrato sia con il torneo nazionale di Bitonto che con l'evento nazionale special olympics di Triggiano di essere in grado di gestire numeri che, contemporaneamente, superano il centinaio.
Il nostro problema è la coesione continuata, infatti, se fossimo più coesi, non solo a tratti, potremmo fare molto di più. Diamoci una regolata, evitiamo di atteggiarci e fare affermazioni fuori luogo, sopratutto quando non si è in condizione di....
------------------------------------

Novembre 2011
Facebook che bella invenzione.
Come tutte le invenzioni ci troviamo spesso a discutere se è utile oppure nociva e, come al solito, tutto dipende dall'uso che se ne fa. Qualche mese fa avevo già avuto occasione di parlarne relativamente ad usi impropri che avevo notato e che, purtroppo, continuo a vedere.
Questa agorà virtuale, questa democratica esplosione di opinioni, questa piazza stracolma di nomi, di alias ed alle volte anche di persone può essere pericolosa, in quanto spesso ci lasciamo andare nello scrivere cose che probabilmente non pensiamo o che non ci passerebbe neanche per la mente di dire personalmente.
Un caro amico mi ripete sempre che su Facebook siamo o, quantomeno, appariamo completamente diversi (in negativo) da quello che effettivamente siamo nella vita di tutti i giorni.
La vita reale ci impone delle regole che, non si capisce il motivo, non riusciamo a rispettare in quella virtuale;
sembra una seconda "second life", tanto di moda qualche tempo fa, abbiamo necessità di parlare, di colpire, senza preoccuparci delle conseguenze, senza preoccuparci di "buttare a mare" una buona performance di tanti, con singoli atteggiamenti, forse poco condivisibili, anche se "veraci".
-------------------------------------

Ottobre 2011

Credo che tutti coloro che hanno avuto la fortuna di assistere ad una manifestazione di Special Olympics siano daccordo nel dire che si tratta di qualcosa di unico.
Molte federazioni, da ultimo il badminton, stanno addivenendo alla stipula di protocolli con S.O., ma noi del bowling abbiamo avuto la fortuna di essere tra i primi e di questo dobbiamo dire grazie alla lungimiranza della nostra federazione ed a quel "militare" di Martino Pota.
Dopo il Lazio il movimento all'interno del bowling si è aperto ad altre regioni, Emilia, Puglia, Sardegna ed in altre alcune As stanno lavorando per crearlo.
Proprio ieri (23/10) una mamma di un atleta speciale mi diceva che quando parla del bowling e di S.O. molti cadono dalle nuvole, quindi abbiamo il solito problema della visibilità di cui abbiamo avuto modo di parlare tante volte e che non è certamente la Rai a dare con i suoi dieci minuti trasmessi in ore impossibili con audience vicino allo zero e noi la paghiamo pure.
Orbene Special Olympics concorre a darci quella visibilità di cui abbiamo tanto bisogno e noi, quindi, un patrimonio da preservare, un patrimonio che ci stiamo guadagnando agli occhi dei ragazzi e dei loro familiari.
E noi che facciamo ?? Lo supportiamo ??
---------------------------------------

Ottobre 2011

Il senso di appartenenza, sentirsi parte di qualcosa di grande, un pilastro che insieme a tanti altri supporta una casa, la nostra casa.
Senza ognuno di noi questa andrebbe in pezzi, senza il nostro supporto non si potrebbero costruire altri piani.
Questo non è, o quantomeno, non vuole essere uno sproloquio, voglio solo dire che una corsa a tirarsi indietro comporterà un crollo improvviso di quello che si è cercato di costruire in tanti anni di lavoro.
Inutile dire che non va bene, senza proporre alternative, ma alternative che restino all'interno, una battaglia per il rinnovamento e miglioramento che parta dal presupposto dell'unanime appartenenza ad un gruppo, una associazione, una federazione che, nonostante tutto, vuole o vorrebbe diventare grande. Se tutte le forze convergono verso quell'obiettivo difficilmente si potrà tornare indietro senza riuscirci.
Quando si dice che i panni sporchi si lavano in casa, significa che i problemi non si risolvono all'esterno o con l'esterno, ma cercando di fondere le idee di cui ognuno di noi è portatore con l'unico fine di portare all'esterno un'unica idea che sia il compendio delle tante.
La democrazia per sua natura comporta una alternanza, tirarsi fuori dai giochi quando governa "l'avversario" significa non avere la possibilità di dimostrare la correttezza delle proprie convinzioni.
----------------------------------------
Settembre 2011
La prima parte della stagione è andata, dopo l'estate inizia il tour delle finali nazionali. Cosa c'è di nuovo ?
In Puglia il solito... magari con qualche parola in meno rispetto agli anni scorsi, forse perchè è cambiata la dirigenza periferica che ha probabilmente migliorato in presenzialismo, ma ora che si è assestata dovrebbe puntare più in alto.
Dovrebbe creare le condizioni per la nascita di nuove associazioni a Foggia (tra l'altro il "nuovo" centro dovrebbe avere le piste omologate visto che ne ha fatto richiesta già da tempo), a Ceglie Messapica (Br), a Lecce, nonchè recuperare San Severo.
Abbiamo dato tempo al nuovo D.R. (sei mesi) ora è giunto il momento di "muoversi", anche perchè vorremmo sapere che fine fanno i ragazzi che partecipano ogni anno ai Giochi Studenteschi.
Comunque una stagione anomala la nostra, infatti quando le altre federazioni iniziano il nuovo anno agonistico (settembre) noi abbiamo ancora quattro mesi davanti.
Credo di ricordare che la modifica alla stagione agonistica fu fatta per adeguarsi all'anno fiscale, quindi per problemi contabili; mi chiedo ancora come è possibile che la stragrande maggioranza delle altre federazioni non ha mai avuto di questi problemi.
In verità il nostro è un problema serio, basta pensare a quello che è successo lo scorso anno con atleti che non hanno potuto raggiungere le sedi delle finali a causa dell'impraticabilità delle strade per il maltempo imperante (eravamo in pieno inverno); pertanto mi chiedo se non sia il caso di tornare all'antico (Settembre/Luglio) con finali da disputarsi ad inizio estate.
-----------------------------------------
Luglio 2011
Alla luce degli ultimi eventi e, profittando della richiesta di eventuali modifiche da proporre per il nuovo R.T.A. 2012, abbiamo deciso di richiedere espressamente che le finali nazionali (qualificazioni) vengano svolte sulla base di cinque partite anzichè sei.
Vi chiederete i motivi ?
Semplice (non il presidente), lo scorso fine settimana a Castelfranco Veneto c'erano le finali nazionali della Coppa d'Argento e vi partecipavano, tra gli altri, quattro nostri atleti (Carlucci, Cioce, Vicenti e Morizio) insieme ad Aldo Mandara (Bow&More). Alla fine della quinta partita i nostri, con l'eccezione di Morizio il quale ha avuto problemi di barba, erano praticamente qualificati alla semifinale del giorno successivo.
Alla fine della sesta partita nessuno dei tre passa, la prima (Carlucci) per 9 birilli, il secondo (Cioce) per 1 birillo ed il terzo (Vicenti) per 16 birilli.
Cosa è accaduto ?
Ce lo stiamo ancora chiedendo, le macchine sono ancora ai box in balia dei meccanici, comunque, nel frattempo, stiamo provvedendo alla bisogna, sperando di non dover ulteriormente ridurre.
-------------------------------------------
Luglio 2011
Cos'è un calendario?
Una strana domanda, a che serve ?
Probabilmente ad organizzarsi una vita sempre più frenetica e piena di impegni.
Cosa accade se il calendario cambia in corso d'opera ?
A volte panico, in quanto bisogna velocemente riprogrammare tutto, magari l'intero fine settimana e magari ritrovarsi liberi dopo aver detto a destra e a manca di avere altri impegni... saltati.
Bene, da qualche anno la Federazione ha spalmato i tornei provinciali, regionali e nazionali durante l'intero anno agonistico, fatta eccezione per il solo mese di agosto, contrariamente al passato quando il tutto era molto più concentrato in pochi mesi; quindi avere un fine settimana libero, specialmente in periodo feriale, è diventato importante.
Un piccolo consiglio, non fidatevi più di tanto del calendario fissato ad inizio anno, ma vivente alla giornata. Non prendete impegni dopo la pubblicazione della prima locandina del torneo, perchè, sempre più spesso, a distanza di qualche giorno ce ne potrebbe essere un'altra che "causa indisponibilità del centro" ti sposta la data del torneo stesso.
Ma questa "disponibilità" non la si può verificare prima ???
---------------------------------------------
Giugno 2011
La cultura dell'alibi è molto radicata in tutti noi, sopratutto quando si gioca male.
Quando ci troviamo di fronte a bocce che non girano come dovrebbero è generalmente colpa del condizionamento.
Quando lasciamo uno split è colpa della mancata pulizia delle piste, l'approach è troppo scivoloso oppure ci si impunta.
Ovviamente non siamo noi che dobbiamo adeguarci alle condizioni in cui ci troviamo, ma l'intero centro bowling deve adeguarsi alle nostre.
Anni fa un caro amico guardando un open che lanciava la boccia sistematicamente nel canale lamentandosi di non riuscire ad abbattere alcun birillo, chiamò il meccanico e gli chiese, dinanzi all'open, se fosse possibile alzare un pò il crick di sinistra della pista dal momento che la boccia andava sempre in quel canale. L'open si sentì creduto e rinfrancato, ma continuò, subito dopo, a lanciare la boccia nello stesso canale; a quel punto non sapendo più di chi fosse la colpa, ovviamente non sua, smise di lamentarsi.
Tutti ricorderete Julio Velasco il tecnico argentino selezionatore della nazionale italiana di volley, quella dei grandi risultati; orbene è proprio lui che parla della cultura dell'alibi in un video che vi invito a vedere.
----------------------------------------------
Maggio 2011
Premesso che non sono la persona adatta a giudicare comportamenti e scritti di persone e situazioni che non conosco o, quantomeno, conosco parzialmente, volevo solo far notare a tutti che la situazione venutasi a creare a seguito di scritti, riscritti e ricorsi vari non fa altro che alimentare ulteriormente un clima di estrema tensione a livello nazionale.
Ho letto di tutto, ad esempio non ho capito la distinzione tra "vecchia" e "nuova" Fisb... che significa ? è nata un'altra federazione o è semplicemente cambiata la gestione ?
La Fisb è, per il momento, una, sono semplicemente cambiati i dirigenti; persone che la maggioranza dei votanti ha ritenuto idonei allo scopo, quindi seppure in disaccordo, dobbiamo accettare il responso del voto (viviamo in democrazia ??).
"Sospendiamo il tesseramento...", cosa troveranno i futuri dirigenti da dirigere, una scatola vuota; cosa diciamo a coloro che vogliono avvicinarsi a questo sport... lasciate perdere.
Non ritengo di essere complice di malefatte se continuo ad iscrivermi alla federazione ed a disputare tornei, anche se non condivido molte scelte ed alcuni atteggiamenti, alle volte apparentemente omertosi.
Relativamente agli atleti squalificati che hanno, comunque, disputato gare federali nazionali mettendo fuori altri aventi diritto e mettendo in risalto il mancato controllo degli organi federali, aspettiamo i risultati dei ricorsi ed appelli presentati.
Gli organi preposti ci sono, sono stati aditi ? Oppure no perchè "tanto non succederà nulla".
Si potrebbe attivare l'ufficio del Garante presso il CONI affinchè, dopo la segnalazione agli organi di giustizia federali, vigili sull'attività conseguente.
Ma noi ci limitiamo a parlare ed a dare tutto per scontato, tanto...
Si dice che se vogliamo avere delle chanche di successo è necessario "combattere il sistema dall'interno", perché non farlo, anche cominciando, da parte di qualcuno, a fare qualche passo teso a rasserenare il clima tempestoso.
------------------------------------------------
Maggio 2011
Uno degli obiettivi che l'attuale Consiglio Federale si proponeva e, credo, si proponga ancora, è quello di stimolare la formazione di associazioni sportive con numerosi di iscritti a discapito delle piccole che, secondo loro, dovrebbero prima o poi scomparire (meglio prima).
Pare che tra i tanti obiettivi proprio questo si sta avverando, però solo in parte, con la sola scomparsa delle piccole associazioni che, ormai, alla luce dei nuovi regolamenti non hanno senso di esistere, magari perchè non possono partecipare al campionato di AS non avendo i numeri necessari.
E le associazioni numerose che fanno ?? Non ci è dato saperlo in quanto non siamo in grado di confrontare i dati di partecipazione degli ultimi anni, visto che questi dati, in possesso della segreteria, non sono pubblicati in alcuna parte del sito federale (peraltro in corso di completamento).
Probabilmente sarebbe utile per tutti avere un bilancio degli iscritti e dei partecipanti ai campionati per poter valutare il lavoro svolto in questo senso dal Consiglio, magari confrontandolo con il passato, anche recente.
L'unico raffronto che posso fare è quello che vivo quotidianamente:
in Puglia sono scomparse due A.S. (Venelandia e Pinbusters), quest'ultima per i motivi di cui parliamo, e la maggior parte dei soci si è iscritta con il Dolmen; orbene i numeri di partecipazione ai campionati regionali sono sotto gli occhi di tutti, nonostante tutto hanno il segno meno davanti.
E' possibile che il motivo sia quello della minore concorrenza ?
----------------------------------------------------
Aprile 2011
Qualche giorno fa leggevo le news sul sito del Coni Puglia e la mia attenzione è stata attirata da una in particolare ovvero quella che riguardava la Coppa delle Regioni di tennistavolo. Il format aveva qualcosa di familiare, partecipazione dei rappresentanti di tutte le regioni italiane etc.
A questo punto mi sono ulteriormente incuriosito ed ho controllato se una manifestazione di questo genere fosse presente in calendari di altre federazioni; con mia grande "soddisfazione" ho visto che oltre alla Fitet, ci sono la Fise, il Parapendio, il Polo, etc.
Orbene, come mai la nostra federazione l'ha invece soppressa ?
Una bella manifestazione che si teneva a chiusura dell'anno agonistico senza costi per la Federazione visto che si pagava l'iscrizione.
qualcuno ha detto che era inutile dal momento che i grossi nomi non vi partecipavano e, quindi perdeva di valore e significato; ma voi ritenete che un cosiddetto "grosso nome" sia anche un bravo atleta ? Ritengo proprio di no, infatti qualcuno come Marco Reviglio, che possiamo inserire tra i migliori atleti italiani, vi ha, credo, sempre partecipato, contrariamente ad altri che, probabilmente non saranno mai grandi.
Pertanto sarei del parere che probabilmente è ora di ripristinare una così simpatica manifestazione.
-----------------------------------------------------
Marzo 2011
Che significa ?
Qualche giorno fa è apparso sul sito federale un "chiarimento" relativo ad una sospensione dalle gare degli atleti dell'AS I Pirati comminata dalla Commissione di Giustizia in data 19 ottobre scorso ed avente decorrenza dal 16 novembre successivo fino alla data del pagamento dell'ammenda (3 marzo 2011).
Tale nota federale fa anche notare che gli atleti hanno, comunque, partecipato all'attività federale magari vincendo tornei etc.; dice anche che, preso atto di quanto sopra, il Giudice Unico ha disposto la cancellazione dei detti atleti da tutte le classifiche fino al 2 marzo 2011; orbene, a meno che l'infrazione non l'abbia rilevata un giudice di gara, non mi sembra che questa sia competenza del G.U. (art.39 R.G) il quale, tra l'altro, non credo possa agire "motu proprio" ma solo su richiesta; comunque da questo ultimo assunto si potrebbe delineare anche un comportamento di illecito sportivo a carico di tesserati che, pur a conoscenza della squalifica, hanno fatto sì che gli atleti in oggetto disputassero regolarmente le gare (art.12-1° comma R.G.).
Quindi cosa è successo ?
Un mancato coordinamento tra la Segreteria e gli organizzatori delle gare, sopratutto federali ? Eppure le iscrizioni le accetta la stessa Segreteria.
Mistero anche sui motivi che hanno spinto la Fisb a pubblicare tardivamente quella che, nell'ultima parte, sembra essere un rammentare a se stessi quello che prevede il Regolamento di Giustizia e Disciplina.
------------------------------------------------------
Marzo 2011
Facebook, un pozzo di notizie, un pozzo senza fondo.
Trovi di tutto ed il contrario di tutto. Trovi lo sport ed il contrario dello sport, il bowling ed il contrario del bowling. Insomma di tutto e di più. Puoi uscirne molto frastornato e chiederti se ci hai mai capito qualcosa dopo ventanni di bowling.
C'è chi usa facebook per giocare, per chiacchierare, per pubblicizzare eventi ed anche chi lo usa per dire str…… visto che "la settimana enigmistica" è più facile da capire.
Ultimamente c'è qualcuno che, dal punto di vista del lettore, scrive astrusità, ovvero, frasi assurde ed alle volte prive di senso, magari è l'unico a capirci qualcosa o forse no. Le critiche, se costruttive, vanno fatte in maniera chiara, in modo che tutti possano capire quello che scrivi e tutti possano dire la loro, non "cerca meglio…è antisportivo…ahahah".
Sarà l'età che non mi consente di avere un cervello scattante che risponde alle minime sollecitazioni, ma io ci ho rinunciato; quello (facebook) è un "social network" e non un "anti….." e, visto che in molti lo leggono, anche coloro a cui sono indirizzati gli strali citati, sarebbe il caso di essere più puntuali nelle esposizioni.
--------------------------------------------------------
Febbraio 2011
Probabilmente non è ancora chiaro a tutti.
Leonardo Cioce, nuovo delegato regionale, è un atleta del Barium quando è sulle piste, mentre è un organo federale monocratico quando non indossa la divisa sociale.
Non è stato il Barium a nominarlo anche perchè non è stato neanche interpellato, contrariamente ad altri, presidenti e non.
Pertanto non essendo noi suoi collaboratori gradiremmo non essere sempre tirati in ballo quando qualcuno ritiene che ci sia qualcosa che non va per il verso giusto.
Siamo solo all'inizio, abbiamo dato tempo di lavorare anche al vecchio delegato, che non era certo di primo pelo, perché non all'attuale ?
Siamo stati i primi a far presente a Leonardo che, quale delegato regionale, non avrebbe ricevuto sconti in quanto atleta del Barium, e sarebbe stato trattato come tutti gli altri; lui ha accettato anche questo.
Il Barium è una associazione come tutte le altre, magari la più anziana, ma in democrazia è la maggioranza che decide e, noi, siamo in minoranza anche se non abbiamo peli sulla lingua; quindi smettiamola con le sterili polemiche e lasciamo in pace il Barium quando non sappiamo con chi prendercela.
---------------------------------------------------------
Febbraio 2011
Sono ormai passati due anni dal 4 febbraio 2009, data in cui questo sito è stato pubblicato per la prima volta.
Un sito che amiamo ripetere essere "artigianale", un pò perchè non siamo professionisti del web,un pò perchè desideriamo mantenerlo tale.
Possiamo dire che attualmente è l'unico sito che non pubblica solo classifiche e foto ma anche e sopratutto parole, commenti, anche sbagliati, ma lo facciamo e ci mettiamo la faccia.
Abbiamo raggiunto il traguardo di quasi diecimila contatti l'anno, che non sono molti ma neanche pochi, visto che raccontiamo sopratutto la realtà del bowling locale, e nonostante ciò riceviamo contatti da tutta la penisola ed anche oltre.
Sarà curiosità, sarà perchè ci siamo inventati, primi nel bowling italiano, una piccola web tv che mettiamo a disposizione delle As che ce ne fanno richiesta (gratuitamente), anche questa "artigianale" ma in continuo miglioramento.
Comunque grazie a tutti voi che ci seguite e che, spero, continuerete a seguirci, noi cercheremo di fare del nostro meglio.
----------------------------------------------------------
Febbraio 2011
Ancora il Barium.
Leonardo Cioce, il nostro vice presidente, è stato nominato Delegato Regionale, sentiti, pare, alcuni presidenti di As della regione, tranne il nostro (figli di un dio minore).
Tutti conosciamo Leo e sappiamo quanto ami il bowling, ma sappiamo anche quanto sia onerosa la carica affidatagli e, quanto tempo gli ruberà.
Quando mi ha confidato che stava valutando la proposta ricevuta, sono stato contento ed allo stesso tempo preoccupato, conoscendo il carattere di Leo, la sua esuberanza, la sua applicazione e, ovviamente, l'ho fatto presente.
Mi ha risposto che era perfettamente conscio di quello che lo aspetta e che se avesse avuto disponibilità di collaborazione ci avrebbe provato, ben conscio che, comunque, sarà lui a metterci la faccia.
Tutto ciò pare sia accaduto e, pertanto, abbiamo nuovamente un nostro iscritto alla guida della Regione e ne siamo onorati. Ci sarà da ricostruire un rapporto con le associazioni sportive e con la federazione, ricreare un'amalgama che si è persa strada facendo, ma rimanendo fermi ed ancorati al rispetto delle regole.
Sono sicuro che ce la farai. Buon lavoro.
------------------------------------------------------------
Gennaio 2011
Tutti concorderanno nel dire che negli ultimi anni della sua gestione della Regione Puglia, Pino Semplice almeno in una cosa è riuscito, tenere compatte, contro di sé, tutte le associazioni sportive della Regione (ovviamente tranne il Barium).
A distanza di due anni, cosa manca alla Puglia ? Qualcuno che la ri…compatti (almeno così si dice).
Come mai quella che doveva essere una liberazione si è trasformata in una delusione e quelli che una volta erano d'accordo nel mandare a casa il vecchio D.R. ora sono d'accordo nel mandare a casa l'attuale ma non sanno con chi sostituirlo.
Probabilmente se Qualcuno avesse avuto … Coraggio ora avremmo una Regione magari ancora compatta contro un delegato, ma che, comunque, va avanti.
Invece, senza avere il tempo di conoscere la situazione, si è voluto logicamente dare credito ai tanti penalizzando i pochi; la legge della democrazia, "new deal" in tutti i sensi, riformiamo tutto, azzeriamo il vecchio, tutto ciò che deriva dalla vecchia gestione, anche se funzionante, è … malato.
Ora cosa accadrà ? Come mai nessuno, tranne il buon A.Tedone, si è fatto avanti per assumersi la responsabilità di gestire la regione ? Dove sono tutti coloro così bravi nel parlare di incapacità altrui senza mai aver provato a mettersi in ballo?
Sono sicuro che il Barium cercherà di aiutare chiunque venga nominato a gestire questa situazione ad una sola condizione: deve avere …polso.
--------------------------------------------------------------
Gennaio 2011
E' arrivato il 2011 ma, se escludiamo la novità dello "standby" dei Pinbusters con la mancata iscrizione dell'AS per questo anno, mentre i singoli sono confluiti nel Dolmen e la rinnovata fiducia degli atleti del Bowling & More, che hanno provveduto a reiscrivere l'AS nonostante il paventato flusso verso il New Team, manca la novità più importante...il nome del nuovo delegato regionale.
Pare, invece, che Carmine Berlangieri sia sulla strada della riconferma. Cosa è cambiato ?
Una lettera di dimissioni annunciate e mai ritirate (almeno ufficialmente), una lettera della Segreteria pubblicata sul sito federale (poi sparita ma per fortuna esistono i collezionisti), contenente una serie di "schiaffi" al delegato regionale pugliese (cosa mai accaduta prima), quindi ?
Potremmo pensare che ci sia stato un riavvicinamento delle posizioni ma vorremmo capirne i motivi, visto che alla fine saremo noi a subire le eventuali conseguenze di una nuova debacle, oppure a goderne l'efficienza.
Non ci risulta, comunque, che da parte del Consiglio ci sia stato un qualche sondaggio sul nome di un eventuale nuovo delegato, ovvero, il Barium non è stato interpellato.
Come al solito ci sarà il silenzio ed il governo dell'"aggiustare" anzichè "del fare"
Buon 2011

Home Page | La storia | Classifiche Tornei | Calendari 2018 | Foto | Archivio Notizie | Documenti | Rubriche | Mappa del sito


Menu di sezione:


Torna ai contenuti | Torna al menu